2017, n. 102 - I Rivista AIAF online

* La presente pagina potrebbe contenere allegati visibili ai soli soci ed abbonati previa autenticazione tramite il form di login

Tra i capitoli più controversi dell’agenda Trump c’è senz’altro la revisione dei trattati sull’ambiente sfociati negli accordi di Parigi. In questa cornice assume un sapore particolare l’impegno della finanza sostenibile per trovare una soluzione all’emergenza. Andrea Gasperini e Federica Doni, in vista del prossimo convegno Aiaf (3 maggio), hanno messo a punto una mappa ragionata delle iniziative in materia di rischi climatici e delle strategie di investimento socialmente responsabili. L’osservatorio di ETicaNews offre, tra l’altro. un’analisi delle performances in Piazza Affari delle azioni Sri oltre ad uno studio sui costi che comporta per una società l’esclusione dagli investimenti del fondo sovrano norvegese, Giovanni Bottazzi affronta invece il tema del protezionismo, altro tema di grande attualità nell’agenda di Trump. L’analisi, però, non trascura i limiti e gli errori che hanno accompagnato il negoziato Tipp e i risultati, controversi, del Ceta, l’accordo di libero scambio tra la Ue ed il Canada. Ringraziamo Franco Locatelli, direttore di Firstonline, che ha consentito la pubblicazione di un’intervista a Franco Bernabè, nome ben noto nella finanza italiana ma anche attento osservatore di politica internazionale. Alessandro Fugnoli ci aiuta a trovare una chiave di lettura su tassi e mercati in una stagione segnata dalle tensioni internazionali e dalle acrobazie della politica di Washington. Il socio Bruno Ricci continua l’esposizione della sua ricerca sui bilanci. Oggetto dell’articolo in questa occasione, il rendiconto finanziario. Gli ultimi due contributi riguardano i temi dell’occupazione. Riproduciamo lo studio creato su Vox.eu da un pool di ricercatori europei, americani e cinesi (David Autorm David Dorn, Gordon Hanson, Gary P. Pisano e Pian Shu) da cui emerge che la causa più rilevante del calo dell’industria manifatturiera Usa è stato il calo della ricerca, Merita attenzione anche l’articolo di Ryan Avent esperto tecnologico di The Economist: non l’eccessivo impiego dei robot a minacciare l’occupazione, bensì il basso costo del lavoro che rende meno conveniente investire nell’innovazione a vantaggio della produttività. 

Editoriale
Educazione finanziaria, se non ora quando? - A cura della Direzione
Finanza Sostenibile
Rischi climatici e strategie di investimento responsabile (SRI) - di Andrea Gasperini e Federica Doni
Finanza Etica
Finanza Etica: così gli ESG riducono il BETA - A cura di ETicaNews
Politica economica
La crisi del libero scambio: dalla frana del TTIP al CETA - di Giovanni Bottazzi
Politica internazionale
Bernabè: “Trump e Brexit sono una bella sveglia per l'Europa” - di Ugo Bertone
Finanza internazionale
Le sorprese di Trump. La scommessa sono gli OAT - di Ugo Bertone
Politica di Bilancio
Il Rendiconto Finanziario secondo il metodo indiretto - di Bruno Ricci
Economia Politica
Il basso costo del lavoro frena la produttività - di Ryan Avent
Politica economica
La concorrenza cinese ha impigrito la ricerca americana - di David Autor, David Dorn, Gordon Hanson, Gary Pisano, Pian Shu