Costi & Business 2009

da Giovedì, 29 Ottobre, 2009 a Venerdì, 30 Ottobre, 2009
Luogo: 
Roma

PRIMA GIORNATA - 29 OTTOBRE

MATTINA
Sessione plenaria (9,30 - 13,00)

EVOLUZIONE DEI MODELLI DI BUSINESS

Chair: Gianfranco Torriero, Direttore Centrale Responsabile Area Centro Studi e Ricerche ABI

In tempi di crisi e di difficoltà operative come quelle vissute dal sistema finanziario è importante attuare politiche di evoluzione del modello di business della banca che siano fondate sull’innovazione continua. La governance dei costi è un elemento imprescindibile per ogni azienda che guardi al futuro.
I principali player di mercato – con testimonianze concrete - intervengono sui modelli di business che hanno prodotto maggiore efficacia nel sistema bancario.

Lunch Buffet (13,00 – 14,30)

POMERIGGIO
Sessione plenaria (14,30 – 17,30)

BASE COSTI E COST/INCOME: LE SOLUZIONI DALLA “A” ALLA “Z”

Chair: Maria Luisa Giachetti, Settore Basi Informative e Analisi Gestionali

In un contesto caratterizzato dalla crescita dei costi non finanziari nel sistema bancario e tra questi i costi collegati ad attività straordinarie ma sempre più ricorrenti, gli interventi di questa sessione si propongono di:

  1. presentare in esclusiva i risultati dell’indagine condotta dall’Osservatorio ABI Costing Benchmark
  2. focalizzare i costi operativi che nell’impresa bancaria hanno un importante impatto sul business
  3. presentare best practice sul ritorno degli investimenti in processi, ICT, innovazione, comunicazione e mktg

SECONDA GIORNATA - 30 OTTOBRE

MATTINA (10,00 – 14,00)

Convegno XBRL Italia: INNOVAZIONE = SEMPLIFICAZIONE

La standardizzazione e l’ammodernamento della comunicazione finanziaria può contribuire a migliorare la “base costi” attraverso lo sviluppo di standard tecnologici e di tassonomie condivise a livello nazionale e internazionale.

Il contenimento dei costi si può ottenere con il miglioramento della qualità dei dati economico-finanziari prodotti nelle aziende, con un più agevole scambio dei dati, con l’incentivazione all’adozione di schemi uniformi di report contabili. In questa ottica si colloca questa sessione con la quale si vuole porre l’accento sulle potenzialità dei linguaggi di comunicazione finanziaria negli aspetti fiscali, nei rapporti con la Pubblica Amministrazione (l’Aula del Senato ha approvato la “legge quadro in materia di contabilità e finanza pubblica nonché delega al Governo in materia di adeguamento dei sistemi contabili, perequazione delle risorse, efficacia della spesa e potenziamento del sistema dei controlli) e nei rapporti con le imprese quotate e gli Organi di vigilanza

 

Allegati: 
AllegatoDimensione
Programma Convegno329.08 KB