Riprende il processo di consolidamento domestico: le operazioni di M&A nel settore bancario

Per maggiori informazioni scrivi a formazione@aiaf.it 

Obiettivi

AIAF Financial School ha istituito una Divisione Consulenti Finanziari con l’obiettivo di fornire alla figura del Consulente Finanziario un supporto formativo alla propria attività professionale.
Le profonde riforme che hanno interessato il quadro regolamentare internazionale e la governance delle banche cooperative italiane di maggiori dimensioni, nonché l’introduzione del Meccanismo di Vigilanza Unico europeo, hanno reso più concreta la possibilità dell’avvio di una nuova stagione di consolidamento del settore bancario domestico.
Specie considerando le fragilità da esso accumulate negli anni post crisi finanziaria e la conseguente necessità di rendere più solido e stabile il sistema; rafforzando, attraverso il processo di aggregazione, gli istituti che non hanno ancora completato il loro percorso di ristrutturazione operativa e finanziaria.
Il corso si propone di fornire gli strumenti per interpretare e valutare le operazioni di Mergers & Acquisitions (“M&A”) nel settore bancario, illustrando, con ricorso anche ad esempi tratti da recenti business combination, le metodologie di valutazione finalizzate alla determinazione del valore delle aziende coinvolte nei deal e i rapporti di concambio, le motivazioni delle aggregazioni e i benefici prospettici, i rischi e le criticità che possono emergere dall’unione di due entità aziendali di questo settore, anche sulla scorta delle esperienze passate.

Destinatari

Il Corso si rivolge ai Consulenti Finanziari, ai professionisti della finanza che operano nelle banche, nelle società di gestione, nelle assicurazioni e nella promozione finanziaria degli investimenti e a tutti coloro che nella propria attività necessitano di una conoscenza professionale della materia.

Programma

I metodi di valutazione delle banche

  • L’approccio present value based
  • La prevalenza del metodo finanziario nella valutazione d’azienda
  • Natura e tipologia dei cash flow utilizzati nei metodi Present Value Based
  • Perché non è possibile applicare le metodologie FCFF-based alle aziende finanziarie/bancarie
  • Il tasso di sconto dei flussi di cassa futuri: il Cost of Equity
  • Pregi e criticità nella determinazione del Cost of Equity in base al Capital Asset Pricing Model (CAPM)
  • Il Dividendo come proxy del Free Cash Flow to Equity di una banca
  • Il Gordon Growth Model (GGM)
  • Il Dividend Discount Model (DDM) a due e tre stadi
  • Il calcolo del Valore Terminale e le cautele da adottare nella scelta dei parametri
  • Una particolarità per le banche: l’excess/deficit of capital
  • I “fair market multiples”derivati dai fondamentali di una banca
  • La Sum of the Parts (SotP) valuation e l’applicazione del Warranted Equity Method
    alla valutazione delle divisioni di un gruppo bancario
  • Multipli di mercato, valutazioni relative e Value Map
  • Alcuni esempi tratti da broker report per il mercato secondario
  • Esempi di perizie valutative in occasione di operazioni di IPO
  • Esempi di perizie valutative in occasione di fusioni e acquisizioni

Le operazioni di fusione e acquisizione:
aspetti generali e specificità del settore bancario

  • Le determinanti dell’M&A bancario: fattori aziendali, settoriali e ruolo dei regolatori
  • La struttura tecnica degli M&A deal: operazioni in contanti, in carta e miste
  • Valutazioni e rapporti di concambio
  • Le sinergie di ricavo e costo e gli oneri di integrazione
  • Le operazioni di fusione e acquisizione effettuate in Italia nel passato
  • Alcuni esempi concreti. Obiettivi strategici e finanziari
    e analisi ex-post dei risultati conseguiti
  • La ripresa del processo di M&A in Italia: i primi passi di una nuova
    fase di consolidamento
Durata (giorni): 
1
Quota: 
900,00
Scontata (*): 
720,00