Osservatorio ESG

Lunedì, 9 Gennaio, 2017

FIGC, IL PALLONE SCOPRE IL REPORT INTEGRATO

Il 15 novembre 2016 la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) (http://www.figc.it/index.shtml), una delle prime organizzazioni sportive al mondo a dotarsi di tale strumento, ha presentato a Milano la prima edizione del Bilancio Integrato ispirato al principio della sostenibilità che rappresenta l’evoluzione dei precedenti tre Bilanci Sociali e nasce dall’esigenza di comunicare agli stakeholder il valore prodotto con il complesso delle proprie attività e dei suoi programmi strategici di sviluppo.

Il Bilancio Integrato, disponibile al link http://www.figc.it/other/Bilancio_Integrato_2015/Bilancio_Completo_13_09_2016_0800_Lr.pdf,  illustra i principali programmi strategici della Federazione ed il loro potenziamento, con particolare riferimento all’efficienza organizzativa interna, alla sostenibilità e alla trasparenza, nonché alla valorizzazione della dimensione sportiva e giovanile, alle azioni relative al settore del calcio professionistico e dell’impiantistica sportiva, anche attraverso la rivisitazione delle norme e dei regolamenti.

I contenuti del Bilancio Integrato sono stati predisposti adottando come modello di riferimento tecnico-metodologico quello dell’Integrated Reporting <IR> Framework pubblicato nel dicembre 2013 dall’International Integrated Reporting Council (IIRC) e, per continuità con i precedenti Bilanci Sociali, le linee guida del GRI. La struttura del documento è stata definita in funzione del processo di creazione del valore nel breve, medio e lungo termine della FIGC e, conseguentemente, dell’analisi della connettività delle informazioni riferite alle sei forme di capitale economico, produttivo e naturale, umano, intellettuale ed organizzativo, sociale e relazionale di cui dispone che vengono trasformate in output e outcome.

Il modello di business della FIGC

Fonte: FIGC Bilancio Integrato anno 2015

Come indicato dalla stessa FIGC l’integrated journey è appena iniziato e ulteriori considerazioni riferite all’<IR> Framework di IIRC per la seconda edizione potrebbero riguardare, ad esempio, il principio guida 3C “relazioni con gli stakeholder” avviando un processo di stakeholder engagement, 3D “materialità” con la presentazione della matrice di materialità e 3E “sinteticità” limitando alcune sezioni specifiche di un Bilancio Sociale.

Il Bilancio Integrato anno 2015, distinto dal Bilancio di Esercizio al 31 dicembre 2015, non è stato sottoposto ad esame di limited assurance engagement da parte di una società di revisione indipendente e non include la sezione GRI content index presente nei precedenti Bilanci Sociali.

Andrea Gasperini
Responsabile Aiaf “Mission Intangibles®”