Osservatorio ESG

Lunedì, 10 Luglio, 2017

A2A, LO SVILUPPO SOSTENIBILE SOTTO LA MADONNINA

Il 3 Luglio 2017 la società A2A ha presentato a Milano il suo primo Bilancio di Sostenibilità Territoriale del Gruppo A2A per il territorio di Milano elaborato in linea con i principi ad i contenuti proposti dalle Sustainability Reporting Guidelines – versione G4 del GRI e dal supplemento Utility del Settore Elettrico – G4 Sector Disclosures.

Hanno partecipato all’evento importanti personalità istituzionali ed aziendali e di seguito viene presentata una sintesi degli interventi che sono stati fatti. 

Benvenuto

  • Marco Granelli, Assessore a Mobilità ed Ambiente del Comune di Milano

A2A dimostra di avere cura del suo territorio e questo è un importante segnale di differenza per la competitività dei territori e di aggregazione delle risposte innovative in quanto è necessario creare un rapporto di fiducia con la comunità. Dimostra la volontà di investire in maniera maggiore, condividere un percorso e rendere la città più competitiva.

Presentazioni

Moderatore: Franca Roiatti, Giornalista

  • Giovanni Valotti, Presidente A2A - Il Bilancio di Sostenibilità di Milano 2016

Quattro sono alcuni obiettivi al 2030 della politica di Sostenibilità sui quali concentra la sua attenzione A2A distinti in Economia Circolare (gestire in modo sostenibile i rifiuti durante il ciclo di vita), processo di decarbonizzazione (contribuire al raggiungimento degli obiettivi nazionali e comunitari di riduzione delle emissioni dei gas ad effetto serra), reti e servizi sempre più smart (accrescere l’affidabilità delle reti mediante l’innovazione tecnologica) e people innovation (contribuire attivamente al benessere delle comunità e al miglioramento delle condizioni di lavoro).
Dall’anno 2014 la sostenibilità è un valore per A2A alla base di tutte le decisioni che consentono all’impresa ben gestita di produrre valore e rendimenti che soddisfano le esigenze di business e le richieste da parte degli stakeholder.
La politica di sostenibilità di A2A viene indicata con precisi numeri e tra gli obiettivi annuali del management almeno uno è di sostenibilità integrato nell’operatività dell’azienda.
In modo trasparente si mettono a disposizione i dati ed il rendiconto già recepisce con un anno di anticipo gli obblighi legali previsti del D.Lgs. 254/2016 sulle informazioni di carattere non finanziario.

Responsabilità economica per A2A significa sviluppare e mantenere elevata la propria capacità di fare business, creando nuove sinergie e valore aggiunto da condividere con la comunità, i dipendenti e i fornitori.

Responsabilità sociale si distingue in cinque categorie:

  • Clienti - A2A è presente sul territorio della provincia di Milano con numerosi servizi, dalla vendita di elettricità, gas e calore alla gestione del ciclo dei rifiuti.
  • Persone - formazione, coinvolgimento e valorizzazione delle risorse umane sono per A2A fattori chiave per la crescita del Gruppo e la soddisfazione dei dipendenti.
  • Istituzioni e comunità - il rapporto e il confronto con la politica pubblica e le comunità in cui opera A2A hanno un ruolo fondamentale per le attività del Gruppo.
  • Banco dell’energia - le situazioni di disagio sociale possono essere invisibili, ma hanno pesanti conseguenze nella vita di molte persone; per chi è in difficoltà economica, anche procurarsi beni e servizi essenziali, come luce e gas, può diventare un problema. Banco dell’energia Onlus, promosso da A2A e dalle Fondazioni AEM e ASM, è un ente senza scopo di lucro, nato con l’obiettivo di supportare coloro che si trovano in situazioni di vulnerabilità economica e sociale in un percorso di recupero a 360 gradi, anche attraverso la distribuzione di beni di prima necessità o con il pagamento di spese urgenti, come le bollette di luce e gas (di qualunque operatore energetico).
  • Fondazione AEM - nel corso del 2016 Fondazione AEM ha proseguito le proprie attività nel territorio milanese in linea con gli indirizzi definiti per il triennio 2015-2018: educazione ambientale, tutela e valorizzazione del patrimonio storico di Aem, ricerca, formazione specialistica e liberalità.

Responsabilità ambientale il Gruppo A2A, consapevole di quanto il suo business sia interconnesso con l’ambiente, ha adottato nel tempo un approccio integrato alla Governance ambientale, un modello che ha migliorato i sistemi di gestione esistenti, favorendo una linea d’azione responsabile, che garantisca il minor impatto possibile delle attività ed il minor consumo di risorse naturali.

  • Valerio Camerano, Amministratore Delegato A2A - I progetti di A2A nati dal ForumAscolto Milano: una città smart.

Le città hanno una responsabilità enorme rispetto al futuro dell’umanità, non a caso l’Onu, nella sua Agenda di Sviluppo Sostenibile al 2030, ha dedicato proprio alle metropoli uno specifico obiettivo (SDG 11): rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili e A2A presta attenzione a:

  • Reti efficienti e resilienti - Le reti efficienti e resilienti sono un requisito fondamentale per una città smart
  • Servizi smart – nel 2016 Milano è entrata nel mondo delle città intelligenti con A2A Smart City e Smart City Lab, struttura di ricerca e sviluppo per la realizzazione di tecnologie digitali innovative da applicare ai servizi territoriali di pubblica utilità.
  • Efficienza energetica e decarbonizzazione - Milano nel 2015 si è data, attraverso il PAES (Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima) adottato dall’Amministrazione Comunale, lo sfidante obiettivo di ridurre del 20% le sue emissioni carboniche totali rispetto ai livelli del 2005. Una riduzione che dovrebbe toccare il 40% nel 2030.
  • Economica Circolare - Milano è la metropoli europea più virtuosa, in termini di raccolta differenziata, insieme a Vienna. Il servizio di raccolta dei rifiuti urbani a Milano si basa storicamente sul sistema porta a porta.
  • Mobilità sostenibile - In una città delle dimensioni di Milano, la mobilità è una leva fondamentale per migliorare la qualità dell’ambiente e della vita e persino per lo sviluppo economico. Mobilità elettrica e car/bike sharing sono state le iniziative di maggior successo nell’evoluzione sostenibile della mobilità a Milano. A2A, attraverso il progetto E-moving, ha sviluppato negli ultimi anni know-how tecnologico, gestionale e una rete di 150 punti di ricarica gestiti in Lombardia.
  • Innovazione sociale - Una città smart è anche una città aperta al confronto interno e internazionale, all’innovazione, alla partecipazione degli stakeholder alle decisioni. 

Dal progetto del ForumAscolto sono state invece selezionate quattro idee che A2A trasformerà in progetti concreti che rispecchiano le richieste e le istanze degli stakeholder di seguito indicate: 

  1. Smart Mobility - promuovere un piano di azioni su Milano per sviluppare un sistema di mobilità sempre più intelligente e sostenibile, che comprenda anche una app attraverso la quale monitorare lo stato di avanzamento dei cantieri stradali aperti dal Gruppo, e lo sviluppo di una flotta aziendale elettrica e di una rete di ricarica.
  2. Illuminazione Pubblica e Municipi - Promuovere la riqualificazione delle periferie, partendo dalla riprogettazione dell’illuminazione pubblica di alcuni edifici e/o aree comuni di particolare interesse.
  3. Decoro Urbano - promuovere un programma di azioni su Milano volto a sensibilizzare i proprietari dei cani sul tema delle deiezioni canine, che comprenda anche la «mappa» delle colonnine dei sacchetti sparse per la città.
  4. Ridurre lo spreco alimentare - promuovere un programma di azioni sul territorio di Milano per ridurre lo spreco alimentare, recuperando il cibo invenduto nei mercati scoperti, nella grande distribuzione e nella ristorazione collettiva, coinvolgendo gli attori più significativi.

Andrea Gasperini
Responsabile Aiaf “Mission Intangibles®”