La dichiarazione di carattere non finanziario (DNF) prevista dal D.Lgs. 254/2016

Per maggiori informazioni scrivi a formazione@aiaf.it

 

L’Associazione Italiana degli Analisti e Consulenti Finanziari (AIAF) ha promosso un nuovo corso specialistico che nasce dalla sempre più marcata “dematerializzazione”, non solo dei prodotti e servizi offerti dalle aziende ma anche, più in generale, dei processi di generazione sostenibile dei rendimenti (e quindi delle catene del valore) di tali prodotti/servizi che vengono sempre più a dipendere da risorse immateriali e da fattori a valenza strategica tra i quali l’attenzione agli impatti dei processi, dei prodotti e dei servizi sulle risorse naturali nell’ottica della salvaguardia del patrimonio ambientale, quelli inerenti la sicurezza e salute sul lavoro ed i sistemi di governance (ESG). 

Obiettivi

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 7 del 10 gennaio 2017 è stato pubblicato il D.Lgs. 30 dicembre 2016, n. 254 di attuazione della direttiva 2014/95/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 22 ottobre 2014 recante modifica alla direttiva 2013/34/UE per quanto riguarda la comunicazione di informazioni di carattere non finanziario e di informazioni sulla diversità da parte di talune imprese e di taluni gruppi di grandi dimensioni.
Il Corso si propone di fornire ai partecipanti le chiavi di lettura delle metodologie e tecniche operative in merito alla disclosure delle informazioni non finanziarie nella misura necessaria ad assicurare la comprensione dell’attività di impresa, il suo andamento, i suoi risultati e gli impatti dalla stessa prodotti che devono essere comunicate nella Dichiarazione di carattere non finanziario (DNF) descrivendo il modello di gestione ed organizzazione delle attività dell’impresa, le politiche praticate ed i principali rischi, generati o subiti.
Si propone inoltre di illustrare in merito ai cinque differenti ambiti tematici di applicazione previsti dal D.Lgs. 254/2016 le informazioni che almeno devono essere comunicate e presentare tre «standard di rendicontazione» emanati da autorevoli organismi sovranazionali funzionali, in tutto o in parte, ad adempiere agli obblighi di informativa non finanziaria previsti dal decreto legislativo e dalla direttiva 2014/95/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 22 ottobre 2014. 

Destinatari

Il Corso si rivolge principalmente ai responsabili degli uffici finanziari (CFO), dell’area sostenibilità ed amministrazione, internal audit e risk manager delle imprese quotate, delle società bancarie, finanziarie e assicurative obbligate a redigere e pubblicare la DNF e a tutti i soggetti che, su base volontaria si attengono a quanto disposto dal decreto legislativo, apponendo su detta Dichiarazione la dicitura di conformità allo stesso. Inoltre il Corso è rivolto ai commercialisti, ragionieri e revisori. 

Programma

L’economia della conoscenza

  • Dalle risorse intangibili ai fattori ambientali, sociali e la governance (ESG)

Direttiva 2014/95/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 22 ottobre 2014

  • La comunicazione di informazioni di carattere non finanziario e di informazioni sulla diversità da parte di talune imprese e di taluni gruppi di grandi dimensioni

D.Lgs. 30 dicembre 2016 n. 254 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 7 il 10 Gennaio 2017
Il D.Lgs. 254/2016 non è una attività di compliance 

  • Art 2.1 Ambito di applicazione
  • Art 3.1 Cosa descrivere attraverso la DNF
    - a. modello di business
    - b. politiche praticate dalle imprese
    - c. principali rischi generati o subiti
  • Art 3.2 Gli ambiti tematici e le informazioni incluse nella DNF 

Commissione Europea Bruxelles 26.06.2017 C(2017) 4234 final
Guidelines on non-financial reporting (methodology for reporting non-financial information).
Le aziende devono identificare gli ambiti tematici specifici e le informazioni materiali da includere nella DNF in modo equo, equilibrato e completo, anche coinvolgendo i soggetti terzi interessati. 

  • 4.6.a Environmental matters and KPIs
  • 4.6.b Social, Employee matters and KPIs
  • 4.6.c Respect for Human Rights andKPIs
  • 4.6.d anti-corruption, bribery matters and KPIs 

«Standard di Rendicontazione» funzionali ad adempiere agli obblighi di informativa non finanziaria
Global Reporting Initiative (GRI) 

  • Making Headway in Europe – Il collegamento delle linee guida GRI G4 con il D.Lgs. 254/2016 per la comunicazione delle informazioni non finanziarie 

The International Integrated Reporting Council (IIRC) 

  • Definizione dei principali termini
  • Classificazione dei sei capitali del framework di IIRC
  • Indicazione dei temi che devono essere considerati per preparare un  Bilancio Integrato e come devono essere presentate le informazioni
  • Descrizione dei contenuti informativi di un Bilancio Integrato che devono essere collegati fra di loro 

German Council for Sustainable Development (RNE)
German Sustainability code 

  • Quattro aree e 20 criteri
  • Criteri e KPIs per la Dichiarazione di conformità
  • Criteri ambientali
    - utilizzo delle risorse naturali e KPIs
    - gestione delle risorse e KPIs
    - emissioni GHG climalteranti e KPIs
Allegati: 
AllegatoDimensione
Depliant1.33 MB
28 maggio
Durata (giorni): 
1
Quota: 
900,00
Scontata (*): 
720,00
AllegatoDimensione
Depliant1.33 MB