2008, n. 138 - Luglio, Quaderni AIAF - La gestione dell'arte nelle banche

I beni culturali sono una delle maggiori ricchezze dell’Italia, sia sotto il profilo umano che prettamente economico.

L’Italia spicca nel panorama mondiale quanto detiene, si dice, la maggioranza dei beni di arte antica al mondo. E ciò comporta una enorme responsabilità, merito alla loro conservazione, ma una altrettanto ampia opportunità.Tanto più rilevante in un periodo in cui i servizi, tra cui il turismo, tendono ad assumere sempre più importanza nel determinare le sorti dell’economia nazionale.

Il Quaderno raccoglie le testimonianze di BNL, Intesa Sanpaolo, Unicredit Group in merito alla gestione del loro patrimonio artistico oltre agli interventi del Direttore della collezione Peggy Guggenheim di Venezia e della coordinatrice della Fondazione Mazzotta. 

Rapporto della Commissione “Analisi fondamentale: modelli finanziari”

Consigliere referente Alfonso Scarano

Gruppo di lavoro Aiaf

Antonio Mansueto (Coordinatore) Socio Aiaf, Responsabile Gdl “Gestione finanziariamente sostenibile dei beni culturali” Analista Crediti Intesa Sanpaolo, Milano
Enrico Colombi (Assistenza redazionale) Socio fondatore Aiaf, direttore Rivista Aiaf (1991- 2007) Presidente Colombi C&E - Comunicazione Finanziaria, Milano
Alfonso Scarano, Socio Aiaf, membro del CD A.D. Finanalitica, Milano
Claudio D’Esposito, Socio Aiaf, Account Manager Corporate UBI Banco Brescia, Monza (Brianza)
Franca Lamantea, Analista Crediti Intesa Sanpaolo, Milano 

Testimonianze

BNL (Francesco Pelle)
Intesa Sanpaolo (Fatima Terzo)
UniCredit Group (Catterina Seia

Interventi di fondazioni private

Collezione Peggy Guggenheim (Philip Rylands)
Fondazione Mazzotta (Raffaella Resch

Interventi di esperti

Lidianna Degrassi - Docente Università Milano - Bicocca
Maria Adelaide Marchesoni - Il Sole 24 Ore
Marilena Pirrelli - Il Sole 24 Ore

Allegati: 
AllegatoDimensione
Indice Quaderno AIAF n. 138286.71 KB