Osservatorio ESG

Lunedì, 6 Marzo, 2017

INTEGRATED REPORTING, I GRANDI FISSANO LE REGOLE

Recenti ricerche che hanno per oggetto le attuali pratiche di reporting indicano un costante aumento della qualità ed il numero dei report di sostenibilità che vengono prodotti, l’integrazione delle informazioni ambientali, sociali e la governance (ESG) nelle relazioni finanziarie annuali, sia nella forma di report “combinato” (in cui i temi della sostenibilità vengono semplicemente inclusi all’interno della relazione annuale), o report “integrato” (inteso come uno strumento per la comunicazione sintetica di come le organizzazioni attraverso l’impegno ad incrementare, ridurre o trasformare i sei capitali - finanziario, manifatturiero, intellettuale, umano, sociale / relazionale e naturale - ed il proprio modello di business creano valore nel breve, medio e lungo termine). Questo trend è la conseguenza di due principali fattori:

  • l'introduzione da parte dei governi, i regolatori dei mercati finanziari e le Borse Valori di requisiti che stimolano una migliore comunicazione di informazioni sulla sostenibilità in relazione ai cicli annuali di reporting,
  • una crescente attenzione da parte delle società, degli investitori e gli altri stakeholder dei rischi e le opportunità associate a tematiche più ampie quali le sfide ambientali e sociali.

Il Global Reporting Initiative (GRI) in collaborazione con The International Integrated Reporting Council (IIRC), consapevoli della complessità dello scenario del reporting aziendale e della confusione in essere, hanno costituito nell’anno 2015 un gruppo di lavoro congiunto, al quale hanno partecipato primarie aziende come Coca-Cola Hellenic Bottling Company, Solvay’s, Nestlè, Aramex, Roche, Norsk Hydro ASA, DNV-GL, Delta Lloyd, ING Group e Munich Airport, denominato Corporate Leadership Group on integrated reporting (CLGir) per promuovere un allineamento dei Framework, degli standard e dei requisiti necessari per individuare soluzioni pratiche per la definizione di un efficiente sistema di reporting.

Nell’anno 2017 è stato costituito il gruppo di lavoro denominato “The Corporate Leadership Group on Integrated Reporting 2017” (CLGir 2017), che si avvale dell’esperienza maturata dai precedenti gruppi di lavoro 2015-2016, il cui obiettivo è quello di confrontare e studiare come i GRI Sustainability Reporting Standards e l’International < IR > Framework possano essere utilizzati in modo coordinato per valorizzare i sei capitali delle aziende e per semplificare la coesistenza di diversi sistemi di rendicontazione affrontando concrete questioni quali ad esempio:

  • come le aziende possono integrare la sostenibilità nel cuore delle loro attività e la strategia di business facendo leva sui GRI Standards e l’International <IR> Framework,
  • come le aziende possono utilizzare i GRI Standards e l’International <IR> Framework per dimostrare l’Integrated Thinking e comunicare come viene creato il valore  per mezzo di tutte le dimensioni di capitali rilevanti,
  • come le aziende possono identificare e progettare una adeguata informativa in grado evidenziare le performance e la loro strategia,
  • come il report integrato di un’azienda può avere una significativa influenza sulla comprensione e la percezione del business da parte degli investitori.

Andrea Gasperini
Responsabile Aiaf “Mission Intangibles®”