Osservatorio ESG

Lunedì, 5 Giugno, 2017

REPORTING INTEGRATO, ECCO LE AZIENDE CHE CI HANNO CAPITO UN’ACCA

Il documento “Insights into integrated reporting. Challenges and best practice responses” predisposto dalla Association of Chartered Certified Accountants (ACCA) tra luglio ed ottobre 2016 ha esaminato il processo di reporting di 41 aziende che partecipano all’International Integrated Reporting Council’s <IR> Business Network ed ha evidenziato i benefici e le sfide concrete che tali aziende hanno affrontato e fornisce indicazioni pratiche che possono essere utili anche ad un più ampio numero di aziende che vogliono affrontare il “journey” del reporting integrato.

Assieme ad IIRC sono stati esaminati i Report di 41 aziende che hanno presentato il bilancio alla data del 31 marzo 2016. Obiettivo di questo progetto è stato quello di fornire feedback confidenziali ai partecipanti al fine di incoraggiare il miglioramento continuo del processo di reporting evidenziando sia i punti di forza che quelli di debolezza emersi nella fase di implementazione del Framework di IIRC.

Sono state evidenziate possibilità di miglioramento ed in particolare sono state indicate aree comuni di debolezza e di seguito vengono indicate quelle dove è stato ritenuto da parte di ACCA prioritario avviare il processo di miglioramento:

  • Creazione di valore - in particolare con riferimento al modello di business, i capitali e il concetto di connettività.
    Il 51% dei Report analizzati evidenzia in modo eccellente la relazione tra le performance e gli obiettivi strategici ma solo il 46% ha collegato le performance con i capitali.
    Tutti i Report esaminati forniscono una visione della struttura di governance, ma solo il 44% spiega bene come questa struttura supporta la capacità di creare valore a breve, medio e lungo termine.
    Il 54% dei Report analizzati evidenzia bene come l’organizzazione considera i rischi e le opportunità, ma solo il 49% li valuta nel contesto della creazione del valore nel tempo.
    Il 71% ha fornito una buona indicazione della strategia dell’azienda, ma solo il 46% la ha esplicitamente collegata alla capacità di creare valore a breve, medio e lungo termine.
  • Connettività – indicazione di una visione olistica dei fattori che influenzano la creazione di valore nel tempo. Secondo il Framework di IIRC, le organizzazioni dovrebbero considerare la connettività in differenti forme, tra cui i content elements, il passato, presente e futuro, i sei capitali, le informazioni finanziarie e le altre informazioni quantitative e qualitative, le informazioni sulla gestione, quelle sul Board, quelle evidenziate in documenti esterni al Report integrato e le informazioni riportate da altre fonti.
  • Materialità - determinazione e applicazione nella prospettiva della creazione di valore.
    In accordo con il Framework di IIRC: “Un Report integrato dovrebbe fornire informazioni su temi che influenzano sostanzialmente la capacità dell’organizzazione di creare valore nel breve, medio e lungo termine”. Dalla relazione di ACCA emerge che solo la metà dei Report analizzati è stata in grado di perseguire bene questo obiettivo.
    Il Framework di IIRC evidenzia quattro punti riguardanti le decisioni che dovrebbero essere prese riguardo la materialità: - individuare i temi rilevanti con riferimento alla loro capacità di influenzare la creazione di valore, valutare l’importanza dei temi materiali con riferimento alla conoscenza e potenziale impatto sulla creazione di valore, indicare le priorità dei temi in base alla loro importanza relativa e determinare quali informazioni materiali devono essere comunicate.
  • Sintesi – mantenere contenuto il numero delle pagine.
    Solo il 41% dei Report esaminati è stato giudicato sintetico. Tra i Report che sono stati analizzati denominati come integrati, otto avevano più di centocinquanta. Per molte società trovare una sintesi è difficile in quanto cercano di fornire un contesto di informazioni sufficiente per aiutare i lettori a comprendere il processo di creazione di valore e le performance dell’azienda.
  • Affidabilità e completezza - bilanciamento tra notizie positive e negative.
    Mentre la completezza e l’assenza di errori materiali sono difficili da giudicare, ACCA ha individuato che solo il 51% dei Report ha raggiunto un equilibrio tra notizie positive e negative. I temi dell’affidabilità e della completezza sono importanti per garantire una credibilità del report agli occhi degli investitori e degli altri stakeholder.
  • Coerenza e comparabilità – consentire un confronto nel tempo e con altre organizzazioni.
    Per molti Report esaminati, ACCA non è stata in grado di valutare la coerenza e la comparabilità, in quanto non sono stati forniti elementi utili per un confronto. In alcuni casi, questo è dovuto al fatto che il Report integrato era il primo che veniva predisposto dalla società e non era disponibile alcuna informazione comparativa.
    Tra i Report esaminati che hanno fornito dati comparativi, alcuni erano incoerenti: ad esempio, in alcuni casi i dati erano comparativi solo con quelli dell’anno precedente ma non con gli altri e sono state effettuate comparazioni in differenti periodi di tempo. Pochi Report hanno fornito elementi di base per un confronto con quelli di altre organizzazioni.

Andrea Gasperini
Responsabile Aiaf “Mission Intangibles®”