Osservatorio ESG

Lunedì, 24 Settembre, 2018

La Direttiva 2014/95/UE (in Italia il D.Lgs. 254/2016) sulla comunicazione delle informazioni di carattere non finanziario e le informazioni sulla diversità (the non-financial reporting Directive) richiede a circa 6.000 grandi imprese con, in media, più di 500 dipendenti quotate nei mercati regolamentati dell’Unione Europea o operanti nel settore bancario o assicurativo di comunicare determinate informazioni non finanziarie nella loro relazione sulla gestione o in un report separato. Le società interessate dalla Direttiva sono state tenute a soddisfare i nuovi requisiti di rendicontazione per la prima volta nell’anno 2018, relativamente all’esercizio finanziario 2017.

Come richiesto dalla Direttiva, la Commissione ha anche pubblicato delle linee guida non vincolanti (giugno 2017) per aiutare le società a comunicare le informazioni non finanziarie rilevanti in modo più coerente e più comparabile.

Nel suo Action Plan on Sustainable Finance, la Commissione ha annunciato che entro il secondo trimestre del 2019 rivedrà gli orientamenti non vincolanti che accompagnano la Direttiva, in merito alla comunicazione delle informazioni relative al clima. L’aggiornamento dovrebbe tenere conto delle raccomandazioni del gruppo di lavoro del Financial Stability Board sull’informativa finanziaria relativa al clima (TCFD) e dell’imminente tassonomia sulle attività sostenibili in fase di definizione. La Commissione ha nominato un gruppo di esperti tecnici in materia di finanza sostenibile per contribuire, tra l'altro, all'aggiornamento degli orientamenti non vincolanti.

La Commissione sta attualmente procedendo a un controllo dell’adeguatezza della legislazione dell’UE in materia di reporting aziendali che sarà pubblicata entro il secondo trimestre dell’anno 2019. Per agevolare questo controllo di idoneità, la Commissione ha organizzato una consultazione pubblica online di 4 mesi tra Marzo e Luglio di quest’anno. La verifica dell’adeguatezza riguarderà la Direttiva sul reporting delle informazioni di carattere non finanziario e le sue conclusioni saranno la base per eventuali future proposte legislative che la Commissione potrebbe adottare in questo settore.

Agenda della giornata

Sessione mattutina orario 09.30 - 12.30

La sessione mattutina si concentrerà sulla comunicazione delle informazioni Climate-related e sull’aggiornamento delle linee guida non vincolanti. Saranno presenti membri del gruppo di esperti tecnici sulla finanza sostenibile che stanno lavorando all’aggiornamento degli orientamenti per condividere le loro idee iniziali e ascoltare le opinioni delle parti interessate. Obiettivo dell’incontro è quello di fungere da consultazione a monte che consentirà al gruppo di esperti tecnici e alla Commissione di comprendere le aspettative e le preoccupazioni degli stakeholder e di cercare i loro punti di vista e le loro competenze su questioni specifiche. 

Sessione pomeridiana orario 14.00 - 17.00

La sessione pomeridiana si concentrerà sulla Direttiva relativa alla rendicontazione non finanziaria e sulla verifica dell'adeguatezza del quadro normativo dell’UE in materia di comunicazioni societarie. Alla luce dei risultati della consultazione pubblica nel contesto del controllo dell’adeguatezza delle relazioni pubbliche societarie, la Commissione desidera raccogliere ulteriori feedback dalle parti interessate sull’attuazione della Direttiva sull’informazione non finanziaria e le sue prime implicazioni.

Registrazione

La partecipazione è aperta a tutti gli stakeholder. I partecipanti devono registrarsi online per aderire solo alla la sessione del mattino, quella pomeridiana o entrambe. Ci sono 100 posti disponibili e la conferma avverrà in ordine di registrazione. Si potrà iscrivere un solo rappresentante per organizzazione accedendo al seguente link:

https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/non-financial-disclosures-event-2018

 

 

Allegati: 
AllegatoDimensione
File Osservatorio ESG n. 79310.39 KB