Osservatorio ESG

Lunedì, 1 Ottobre, 2018

EMITTENTI ED INVESTITORI HANNO UNA BASSA CONSAPEVOLEZZA DELLE RACCOMANDAZIONI DELLA TASK FORCE ON CLIMATE-RELATED FINANCIAL DISCLOSURE (TCFD)

HSBC ha data incarico alla società East & Partners (Est) di continuare il suo programma di ricerca sulla finanza sostenibile per il terzo anno. Obiettivo principale della ricerca è stato quello di esplorare ulteriormente l’approccio sottostante la finanza sostenibile e il mercato dei fattori Ambientali, Sociale e di Governance (ESG) contattando investitori ed emittenti in ogni area geografica per acquisire informazioni in merito all'importanza della divulgazione dei fattori ESG.

Il primo ciclo di ricerche del 2016 ha riguardato i finanziamenti sostenibili con particolare attenzione all’ambiente ed è stato ampliato per coprire gli investimenti sociali nel successivo ciclo di interviste nell’anno 2017.

Il terzo ciclo di interviste nell’anno 2018 è stato ulteriormente ampliato per includere tutti e tre i fattori ESG essenziali per gli investimenti sostenibili e responsabili. La ricerca si basa su interviste dirette condotte dalla società East & Partners a 1.731 partecipanti di cui 863 emittenti e 868 investitori per un periodo di cinque settimane fino al 29 giugno 2018. 

Tra le aziende emittenti, la dimensione media è stata di 23,8 miliardi di USD, il 54% degli emittenti con fatturato inferiore a 10 miliardi di USD e il 46% con un fatturato superiore a 10 miliardi di USD. 

Tra gli investitori, il patrimonio medio gestito (AUM) è stato di 178,8 miliardi di USD, con il 43% degli investitori con AUM sotto 100 miliardi di USD e il 57% con AUM superiore a 100 miliardi USD. Tesorieri, CFO, CIO e i Responsabili delle strategia di investimenti inclusi nel campione operavano in Europa, Nord America, Asia e Medio Oriente.

Nel documento “HSBC Global ESG Financing Awareness of the Taskforce for Climate-related Financial Disclosures”, pubblicato nel mese di Settembre 2018 viene indicato che la consapevolezza che emittenti ed investitori hanno delle raccomandazioni emesse dalla Task Force del Financial Stability Board (TCFD) il cui compito è quello di promuovere una comunicazione finanziaria volontaria coerente con i cambiamenti climatici che consente di comprendere i rischi materiali e permette ai soggetti interessati di meglio valutare la concentrazione degli assets legati al carbonio nel settore finanziario e l’esposizione del sistema finanziario ai rischi inerenti il clima è bassa. A livello globale, solo l’8% degli emittenti e il 10% degli investitori sono consapevoli della sua esistenza.

Tra gli emittenti, solo il Regno Unito e il Canada hanno un livello di consapevolezza superiore al venti percento, rispettivamente del 21% e del 20%.

Si tratta di aziende con un fatturato superiore a 10 miliardi di dollari e, nel caso del Canada, è questo segmento di entrate che spinge il mercato totale in due cifre.

Come per tutte le tematiche inerenti la disclosure, è il mercato degli investitori che è leggermente più avanzato per quanto riguarda la conoscenza della TCFD e a livello globale la consapevolezza da parte degli investitori è del 10%. In tutti i mercati e le regioni, questa è guidata da fondi pensione e fondi sovrani la cui consapevolezza è del 70% superiore a livello globale e del 132% superiore nel Regno Unito.

Un livello limitato di intenti è stato indicato dal 14% degli emittenti che attualmente non sono a conoscenza della TCFD e il 16% da parte degli investitori che hanno dichiarato di voler esplorare la TCFD  e il suo mandato. Questo era un parere non informato degli intervistati, in quanto non avevano sentito parlare della TCFD al momento dell'intervista.

I pochi emittenti e investitori consapevoli, hanno indicato che la strategia è l’elemento principale delle raccomandazioni della TCFD, rispettivamente con il 62% e il 71%, seguito dalla gestione dei rischi per gli emittenti e la governance per gli investitori.

Allegati: 
AllegatoDimensione
File Osservatorio ESG 80336.13 KB