Osservatorio Minibond

Venerdì, 27 Gennaio, 2017

Covenant ballerini, se troppo severi

Gli indici che misurano la temperatura del mercato high-yield internazionale continuano a segnalare un interesse costante per questi strumenti incuranti dei sussulti ormai costanti che colpiscono il mercato dei governativi di qua e di là dall'oceano.

In assenza di emissioni di minibond, ci limitiamo a una breve riflessione sull'utilità dei covenant che infittiscono le pagine dei regolamenti dei prestiti. Alla fine dell'anno è toccato alla Landi Renzo, società leader nella produzione di impianti a gas per autotrazione, rinegoziare i termini scritti nel regolamento per evitare che i covenant previsti determinassero conseguenze "perniciose" sulla vita dell'azienda che da tempo si confronta con una mercato molto difficile. Serve o non serve, allora, irrigidire gli impegni aziendali con criteri standard se poi, alla fine, nell'interesse di tutti, obbligazionisti in primis, è necessario trovare soluzioni di ripiego?

Milano, 27 gennaio 2017