Ricordo di Aldo Varenna Presidente EFPA Italia....

Mercoledì, 28 Dicembre, 2016

RICORDO DI ALDO VARENNA PRESIDENTE EFPA ITALIA DA PARTE DEL NOSTRO PRESIDENTE PAOLO BALICE

Ho incontrato poche volte, sempre di corsa, Aldo Varenna, Presidente Efpa Italia, "Ci dobbiamo vedere...dobbiamo combinare qualcosa insieme…con la tua Associazione..." In questi giorni leggendo i giornali, scrutando i social appare evidente la generale e giustificata impreparazione alla notizia della sua scomparsa alla vigilia di Natale. Pur non conoscendolo bene ho voluto scrivere queste poche righe forse perché con Aldo una cosa l'ho sicuramente intensamente condivisa: l'impegno e la passione per l'associazionismo.
Ho letto il breve comunicato di Efpa italia, gli articoli dedicati della stampa specializzata ...ma quello che è successo merita una particolare e più profonda riflessione. Innanzitutto perché il nostro mondo, la finanza, è fatta di tante cose: conoscenze tecniche, grandi e piccoli brands, strategie aziendali ma soprattutto è fatta di Persone. Vorrei che tanti altri con più voce in capitolo di me scrivessero ancora pubblicamente qualcosa su Aldo perché lui se lo è meritato. Stiamo parlando di un uomo di successo, che si è speso tantissimo nella sua professione e per l'associazionismo appunto, contribuendo ad accreditare con la propria azione personale il settore della consulenza finanziaria in Italia. Ho letto del suo impegno nel sociale, nelle attività filantropiche...aveva capito anche questo...che i soldi non ce li possiamo portare nell'aldilà e forse molti, che ne hanno le possibilità, potrebbero e dovrebbero seguire di più il suo esempio. Ha rincorso in qualche modo un accreditamento ancora più importante di quello professionale, che travalica la vita terrena e poi il destino ha deciso così e lui si è fermato inaspettatamente e, se volete, sul più bello. La sua foto me lo ricorda molto bene, uno sguardo diretto che trasmette impegno e passione.
Chiuderei con una riflessione magari scontata ma che dedico a tutti anche come viatico per il 2017 che sta arrivando.
Sforziamoci sempre di interpretare lucidamente il nostro ruolo su questa Terra, impegniamoci sempre al massimo per noi, per i nostri figli ma ogni tanto fermiamoci a riflettere e a valutare il tutto alla luce della fragilità della vita umana…una vita che Aldo ha vissuto intensamente...un grande esempio per tutti.

Milano, 29 dicembre 2016