climate-change_ORSO.jpg

AIAF ESG DAILY NEWS
Climate Change

 

Il cambiamento climatico e la necessaria transizione energetica, come descritto nel European Green Deal  dell’Unione Europea (UE), sono questioni chiare e ben note e la ripresa deve partire dall’economia reale e da quei settori che presentano attività sostenibili più giuste e inclusive per tutti a basso impatto ambientale e resilienti ai cambiamenti climatici

EFRAG - Basis for conclusions accompanying the ‘Climate standard prototype’

Il Cluster 2 della Task Force di EFRAG che si occupa dell’elaborazione degli standard europei di rendicontazione della sostenibilità (PTF-ESRS) ha reso pubblico il documento di lavoro “Basis for Conclusions” che deve essere letto congiuntamente con il precedente documento “Climate standard Prototype” pubblicato in data 8 Settembre 2021. Il documento “Basis for Conclusions” riassume le considerazioni del Cluster 2 per lo sviluppo del contenuto proposto del futuro standard climatico. Mira a giustificare le opzioni adottate riferite agli obblighi di informativa e i riferimenti proposti esponendone la logica. Più specificamente, descrive perché devono essere richieste le informazioni (obiettivo e ambito della norma, background, riferimenti ai principali framework UE e internazionali e attenzione alle esigenze degli utenti), cosa e come dovrebbero essere comunicate.

2021 settembre

Institutional Investors Group on Climate Change (IIGCC) - Building Resilience to a Changing Climate: Investor Expectations of Companies on Physical Climate Risks and Opportunities

1. Gli investitori, i regolatori e i policy maker riconoscono sempre più che i rischi climatici fisici possono avere un impatto finanziario significativo sui loro portafogli di investimento. – 2. Una maggiore disponibilità di informazioni e una migliore qualità dei dati delle società partecipate è fondamentale per supportare gli investitori e può aumentare il valore per gli azionisti a lungo termine. – 3. Il coinvolgimento degli investitori con le società partecipate è fondamentale. Per supportare questo, i membri dell'IIGCC hanno prodotto questa guida che stabilisce le aspettative degli investitori delle società partecipate in merito alla governance, alla valutazione, alla gestione e alla comunicazione dei rischi climatici e delle opportunità.

2021 settembre

ECB economy-wide climate stress test. Methodology and results

Questo documento descrive lo stress test climatico a livello di economia della BCE, che è stato sviluppato per valutare la resilienza delle società non finanziarie (NFC) e delle banche dell'area dell'euro ai rischi climatici, in base a varie ipotesi in termini di future politiche climatiche. Questo stress test comprende tre pilastri principali: 1. scenari climatici specifici per proiettare le condizioni climatiche e macroeconomiche nei prossimi 30 anni; - 2. un set di dati completo che combina informazioni climatiche e finanziarie per milioni di società in tutto il mondo e circa 1.600 banche consolidate dell'area dell'euro; - 3. una nuova serie di modelli specifici per il clima per catturare i canali di trasmissione diretta e indiretta dei fattori di rischio climatico per le imprese e le banche.

2021 settembre

European Banking Autority (EBA) - Mapping climate risk: Main findings from the EU-wide pilot exercise

Una prima mappatura sui livelli di esposizione delle banche europee ai rischi derivanti dai cambiamenti climatici è stata pubblicata da EBA a maggio 2021 al fine di valutare quali sono i metodi e gli strumenti di classificazione dei rischi climatici utilizzati da parte degli istituti. Da tale studio risulta che: - le banche esaminate hanno il 58% delle esposizioni verso non PMI in settori ad alto rischio di transizione climatica - una stima del Green Asset Ratio (GAR) è pari, in aggregato, al 7.9%.

2021 ottobre

WORLD BANK GROUP -Climate change Action Plan 2021 - 2025

Il piano d'azione per il cambiamento climatico 2021-2025 mira a promuovere gli aspetti relativi al cambiamento climatico dell'approccio dello sviluppo verde, resiliente e inclusivo (GRID) del WBG, che persegue l'eliminazione della povertà e prosperità condivisa con una lente di sostenibilità. Nel piano d'azione, sosterremo i paesi e i clienti del settore privato per massimizzare l'impatto dei finanziamenti per il clima, puntando a miglioramenti misurabili nell'adattamento e resilienza e riduzioni misurabili delle emissioni di gas ad effetto serra.

2021 settembre

Chatham House: Climate change risk assessment 2021

I rischi si stanno aggravando, e senza un’azione immediate gli impatti saranno devastanti: - Se l’impegno politico, la diffusione di tecnologie a basse emissioni di carbonio e gli investimenti seguono le tendenze attuali, è probabile un riscaldamento di 2,7 ° C entro la fine di questo secolo ed è possibile un caso peggiore plausibile di 3,5 ° C (10% di probabilità). - Qualsiasi ricaduta o stasi nelle politiche di riduzione delle emissioni potrebbe portare a un plausibile caso peggiore di 7 ° C di riscaldamento entro la fine del secolo (10% di probabilità). - Se le emissioni seguono la traiettoria attuale, c'è meno dell'1% di possibilità di raggiungere l'obiettivo di 1,5 ° C dell'accordo di Parigi. - Se le emissioni non scenderanno drasticamente prima del 2030, entro il 2040 circa 3,9 miliardi di persone probabilmente subiranno grandi ondate di calore, 12 volte di più della media storica. - Entro il 2030, il numero di persone sul pianeta esposte allo stress da calore che supera la soglia di sopravvivenza probabilmente supererà i 10 milioni all'anno.

2021 settembre

Clima, gli scienziati dell'Ipcc ci hanno detto tutto

Il 9 agosto l’Ipcc, il Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite, ha pubblicato la conclusione della prima parte del sesto rapporto di valutazione (Ar6). I 234 scienziati provenienti da 66 paesi che hanno firmato il rapporto ci avvertono infatti che: - L’umanità è “inequivocabilmente” colpevole per i cambiamenti climatici. - Eventi estremi colpiscono già ogni angolo del Pianeta, e saranno la nuova normalità. - Alcuni cambiamenti sono già irreversibili (innalzamento dei mari, acidificazione e aumento della temperatura degli oceani, fusione dei ghiacci). - Dobbiamo agire ora per raggiungere, e non sfondare, 1,5 gradi per evitare conseguenze irreversibili. - La Cop 26 a Glasgow di novembre è l’ultimo appuntamento utile per prendere decisioni definitive

2021 agosto

Clima, gli scienziati dell’Ipcc ci hanno detto tutto

Il 9 agosto l’Ipcc, il Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite, ha pubblicato la conclusione della prima parte del sesto rapporto di valutazione (Ar6). I 234 scienziati provenienti da 66 paesi che hanno firmato il rapporto ci avvertono infatti che: - L’umanità è “inequivocabilmente” colpevole per i cambiamenti climatici. - Eventi estremi colpiscono già ogni angolo del Pianeta, e saranno la nuova normalità. - Alcuni cambiamenti sono già irreversibili (innalzamento dei mari, acidificazione e aumento della temperatura degli oceani, fusione dei ghiacci). - Dobbiamo agire ora per raggiungere, e non sfondare, 1,5 gradi per evitare conseguenze irreversibili. - La Cop 26 a Glasgow di novembre è l’ultimo appuntamento utile per prendere decisioni definitive

2021 agosto

European firms and climate change 2020/2021: Evidence from the EIB Investment Survey

Il cambiamento climatico pone due tipi di rischi per le imprese: rischi fisici diretti e rischi di transizione. Rischi fisici, come quelli causati da eventi meteorologici acuti, sono più facili da osservare e comprendere per le aziende. I rischi di transizione sono meno evidenti, in quanto dipendono dagli impegni globali per ridurre le loro economie dalla dipendenza dai combustibili fossili.

2021 agosto

La BCE prevede di assumere uno scienziato del clima

Il candidato prescelto entrerà a far parte del Centro per i cambiamenti climatici della BCE, che riferisce direttamente alla presidente Christine Lagarde

2021 agosto

Quali sono i migliori progetti di cattura e stoccaggio del carbonio in tutto il mondo?

Secondo il Global CCS Institute, gli impianti di cattura e stoccaggio del carbonio (CCS) sono considerati fattori chiave per la riduzione delle emissioni, con 18 degli impianti CCS su larga scala al mondo che attualmente catturano circa 40 milioni di tonnellate all'anno (Mtpa) di anidride carbonica (CO2).

2021 luglio

Climate Claims against Governments in Europe

Negli ultimi anni, diverse iniziative in tutta Europa hanno messo in discussione le politiche governative sui cambiamenti climatici. A cominciare dai casi storici di Urgenda nei Paesi Bassi e di Friends of the Environment in Irlanda il contenzioso sul clima ha guadagnato slancio nel convincere i governi a implementare una legislazione sul clima più ambiziosa finalizzata a garantire il rispetto dell'accordo di Parigi.

2021 luglio

American Retirement Association (ARA) precisa alla SEC

E’ essenziale definire informazioni chiare e coerenti sui cambiamenti climatici che gli investitori possono facilmente comprendere e confrontare. - Sviluppare requisiti di informativa che tengano conto della più ampia gamma di investitori, coerente con la missione della SEC e nel migliore interesse dello stato generale di i mercati finanziari

2021 giugno

Canadian Institute for Climate Choices: Les changements climatique une menace pour la santé publique

"Il cambiamento climatico è una minaccia non solo per l'ambiente e l'economia, ma anche per la salute pubblica", si legge nel rapporto di 78 pagine del Canadian Climate Choices Institute (ICCC), un organismo indipendente la cui missione è guidare "le scelte climatiche che ci attendono per il Canada". Tuttavia, queste "minacce" aumenteranno nei prossimi decenni e il Canada e le sue province non sono pronti ad affrontarle, si conclude.

2021 giugno

Legge europea sul clima

Il Consiglio europeo ha annunciato lunedì 28 giugno l'adozione della legge europea sul clima, che fissa nella legislazione l'obiettivo dell'UE di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. La legge sul clima è un elemento centrale del Green Deal europeo, la strategia dell'UE per trasformare la regione in un'economia moderna, efficiente sotto il profilo delle risorse e competitiva, attraverso un pacchetto di misure che vanno dalla riduzione ambiziosa delle emissioni di gas a effetto serra, agli investimenti nella ricerca e nell'innovazione all'avanguardia, alla conservazione dell'ambiente naturale europeo. Oltre all'obiettivo per il 2050, la nuova legislazione fissa anche un obiettivo vincolante dell'UE in materia di clima per ridurre le emissioni nette di gas a effetto serra (GHG) di almeno il 55% entro il 2030 rispetto al 1990. L'obiettivo per il 2030 era stato inizialmente proposto nel settembre 2020 dalla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen,rispetto al precedente obiettivo del 40% entro il 2030

2021 giugno

THE ECONOMIST: Italy and the climate change

How green in my Draghi?

2021 giugno

La politica climatica del governo italiano contestata in tribunale

Lo Stato italiano è stato citato in giudizio per violazione dei suoi obblighi in materia di clima, la causa è finalizzata a contestare, tra l'altro: - insufficienti azioni dello Stato in materia di clima (ad esempio, insufficiente riduzione delle emissioni di gas a effetto serra (GHG) dai livelli del 1990 ad oggi) in violazione di molteplici obblighi derivanti da trattati internazionali, regolamenti dell'UE e leggi nazionali; - mancanza di misure adeguate che avrebbero dovuto essere attuate dallo Stato italiano per far fronte al rapido peggioramento dell'emergenza climatica; e - conseguente violazione dei diritti umani fondamentali di proprietà dei cittadini italiani.

2021 giugno

US Leaders Summit on Climate

1. Gli Stati Uniti possono trasformarsi in un leader climatico e sbloccare ampie opportunità imponendo un percorso verso emissioni nette di CO2. – 2. Il Clean Air Act fornisce uno strumento per regolare i gas ad effetto serra e stimolare la decarbonizzazione nazionale e globale urgentemente necessaria.

2021 maggio

Linee guida del Giappone: Finanza per la transizione climatica

L’Agenzia per i servizi finanziari, il METI e il Ministero dell'Ambiente hanno pubblicato oggi le linee guida giapponesi per il finanziamento della transizione climatica. Si tratta di una guida finanziaria per ogni emettitore di carbonio per progettare un percorso credibile verso l'obiettivo della neutralità climatica al 2050.

2021 maggio

US Leaders Summit on Climate

1. Gli Stati Uniti possono trasformarsi in un leader climatico e sbloccare ampie opportunità imponendo un percorso verso emissioni nette di CO2. – 2. Il Clean Air Act fornisce uno strumento per regolare i gas ad effetto serra e stimolare la decarbonizzazione nazionale e globale urgentemente necessaria.

2021 maggio

CDSB: Decision-useful climate-related information for investors

1.Gli investitori vogliono vedere che si stanno compiendo i passi giusti con le questioni legate al clima e che esiste un chiaro percorso verso la segnalazione completa della TCFD; - 2. Relazioni qualitative e quantitative; - 3. Informazioni relative al clima specifiche per l'azienda; 4. Utilizzare metodologie standardizzate per metriche e analisi degli scenari; 5. Integrare le tematiche relative al clima nel reporting annuale.

2021 maggio

Lotta ai cambiamenti climatici: regolamenti e sanzioni

I nuovi regolamenti sollevano la questione delle relative sanzioni legali, con il mancato rispetto delle nuove normative nel campo della finanza sostenibile che porta a sanzioni finanziarie sempre maggiori, per non parlare dei gravi danni alla reputazione delle società non conformi.

2021 maggio

EU CLIMATE LAW ADOPTED: Sustainability Accounting Standards Board's (SASB) “Climate Risk Technical Bulletin” 4/2021

La legge europea sul clima trasforma gli obiettivi del Green Deal europeo in obblighi legali di ridurre le emissioni nette di gas a effetto serra di almeno il 55% entro il 2030 raggiungendo la neutralità climatica entro il 2050. Tale accordo introduce anche: - un processo per fissare un obiettivo climatico per il 2040 - un impegno a favore delle emissioni negative dopo il 2050 - l'istituzione del comitato consultivo scientifico europeo sui cambiamenti climatici - disposizioni più forti sull'adattamento ai cambiamenti climatici

2021 aprile

Luis de Guindos, vicepresidente della BCE

Luce sui rischi climatici: la prova di stress climatico a livello economico della BCE. E’ urgente passare a un'economia più verde, non solo per garantire il rispetto degli obiettivi dell'accordo di Parigi, ma anche per limitare le perturbazioni a lungo termine per le nostre economie, le nostre imprese e i nostri mezzi di sussistenza.

2021 marzo

Bank of England: Climate Biennial Exploratory Scenario (CBES)

Queste linee guida coprono il 60% del mercato assicurativo. Si tratta di un esercizio unico in termini di portata e ambizione e questo stress test vuole essere un esercizio di apprendimento. Si prevede che le aziende capiranno meglio come i rischi legati al clima influenzeranno il loro modello di business, la dimensione della sfida che dovranno affrontare in futuro e aiuterà i partecipanti a migliorare la loro gestione dei rischi finanziari legati al clima.

2021 giugno

PROMETEIA: Assessing climate risks in the Italian financial sector

Il documento fornisce una valutazione della rilevanza dei rischi climatici per il sistema finanziario italiano, compresi i settori bancario, assicurativo e dei fondi pensione. Vengono proposti cinque scenari macroclimatici e vengono valutate le loro implicazioni sulla redditività e sui profili di rischio delle attività del settore non finanziario detenute nel portafoglio delle istituzioni finanziarie.

READ MORE

2021 febbraio

FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE: Dashboard degli indicatori dei cambiamenti climatici

La dashboard degli indicatori dei cambiamenti climatici è un'iniziativa statistica internazionale volta ad affrontare la crescente necessità di dati relativi al clima utilizzati nell'analisi delle politiche macroeconomiche e finanziarie. Guidato dal Dipartimento di Statistica (STA) del FMI il Dashboard mira a diventare un aggregatore completo per indicatori statistici sui cambiamenti climatici, le emissioni di gas a effetto serra derivanti dall'attività economica, il commercio di beni ambientali, la finanza verde, le politiche governative e i rischi fisici e di transizione.

2021

FINANCIAL STABILITY BOARD: Climate Change

Questo documento indaga le potenziali implicazioni che il cambiamento climatico può avere per la stabilità finanziaria ed esplora i canali attraverso i quali i rischi legati al clima potrebbero avere un impatto sul sistema finanziario.

2020 novembre

Financial Stability Board novembre 2020

Il rapporto del Financial Stability Board di novembre 2020 include alle pagine 58/59 una breve analisi “The Implications of Climate Change for Financial Stability” in cui vengono analizzati gli impatti dei rischi legati al clima per la stabilità finanziaria Questi eventi di repricing e le perdite dirette associate ai rischi climatici possono comportare una maggiore frequenza e gravità degli shock finanziari.

2020 novembre

Global Federation of Insurance Associations

Climate Change, cosa può fare l'assicurazione? GFIA in un position paper invita i decisori politici mondiali a collaborare con l'industry per mettere in campo strategie di adattamento e mitigazione del cambiamento climatico, sfruttando il grande patrimonio di dati e l'expertise sviluppato negli anni dal settore.

2020 ottobre