Palazzo moderno

AIAF ESG DAILY NEWS
Commissione Europea

a cura dell'area Sostenibilità

 

Nel processo di imporre obiettivi climatici più rigorosi, l'UE sta accelerando il suo ritmo normativo con una serie di pacchetti coordinati di misure e sta esaminando come integrare le considerazioni sulla sostenibilità nel suo framework di politica finanziaria al fine di mobilitare i finanziamenti per una crescita sostenibile.
La massima priorità dell'UE oggi è garantire che l'Europa si riprenda dalla crisi economica senza precedenti causata dal coronavirus. Lo sviluppo dei mercati dei capitali dell'UE e la garanzia dell'accesso al finanziamento del mercato sono essenziali in questo compito.

Commissione europea
THE VITAL ROLE OF NATURE-BASED SOLUTIONS IN A NATURE POSITIVE ECONOMY

Nell'aprile 2022 la Commissione europea ha pubblicato la relazione "Vital Role of Nature-Based Solutions In A Nature Positive Economy". Il rapporto completo si concentra sui possibili benefici economici di Nature Based Solutions (NBS) e le sfide che devono affrontare Nature Based Enterprises (NBE).
La relazione fornisce informazioni su:
• Le attività economiche in cui le NBE sono impegnate nella fornitura di NBS - ad esempio, la creazione di nuovi posti di lavoro, innovazioni e competenze.
• Questioni chiave che le parti interessate devono affrontare nello sviluppo di un approccio basato sulla natura, come greenwashing
• Transizione verso un'economia positiva per la natura con un focus centrale su NBS e NBE

2022.09.21

CSRD: new rules on corporate sustainability reporting: provisional political agreement between the Council and the European Parliament. Council of the EU Press release 21 June 2022

L’accordo provvisorio introduce alcune novità, in particolare:
• estende la portata degli obblighi di informativa ad altre imprese, comprese tutte le imprese di grandi dimensioni e le imprese quotate in un mercato regolamento (ad eccezione delle microimprese quotate in borsa);
• impone l'obbligo di certificazione delle informazioni sulla sostenibilità;
• specifica in maggior dettaglio le informazioni che le imprese dovrebbero comunicare e impone loro di comunicarle nel rispetto di principi obbligatori dell'Unione in materia di informativa sulla sostenibilità;
• prevede che tutte le informazioni siano pubblicate in una sezione ad hoc delle relazioni sulla gestione redatte dalle imprese

2022.07.01

International Platform on Sustainable Finance
Common Ground Taxonomy – Climate Change Mitigation

A seguito della consultazione pubblica conclusasi a gennaio, la Piattaforma internazionale sulla finanza sostenibile (IPSF) ha pubblicato la versione aggiornata del rapporto di istruzioni sulla tassonomia di common ground (CGT) e della tabella di attività della tassonomia di common ground. La versione attuale della CGT copre 72 climate change attività di mitigazione che condividono un terreno comune per le tassonomie dell'UE e della Cina per quanto riguarda i criteri di "contributo sostanziale".

2022.06.29

EU strategy for sustainable and circular textiles

Il 30 marzo a Bruxelles la European Commission ha espresso i propri orientamenti per rendere il settore tessile europeo più sostenibile attraverso la EU strategy for sustainable and circular textiles.
• Introduzione dei requisiti obbligatori per la progettazione ecocompatibile
• Fermare la distruzione dei tessuti invenduti o restituiti
• Lotta all'inquinamento da microplastiche
• Pretese verdi per tessuti veramente sostenibili
• Responsabilità estesa del produttore e promozione del riutilizzo e del riciclaggio dei rifiuti tessili
• Lancio del percorso di transizione per l'ecosistema tessile del futuro
• Invertire la sovrapproduzione e il consumo eccessivo di vestiti: guidare veloce moda fuori moda
• Garantire una concorrenza leale e la conformità in un mercato interno ben funzionante
• Sostenere la ricerca, l'innovazione e gli investimenti
• Sviluppare le competenze necessarie per la transizione verde e digitale
• Collegare insieme una filiera tessile sostenibile a livello globale
• Due diligence per l'equità ambientale e sociale
• Affrontare le sfide dell'esportazione di rifiuti tessili
• Conclusione

2022.06.22

Accountancy Europe
ESG Governance: Recommendations for Audit Committees

La nuova legislazione dell'UE sta estendendo il mandato dei consigli di amministrazione e dei comitati di audit per includere le questioni ambientali, sociali e di governance (ESG). La proposta della CE per una direttiva sulla due diligence aziendale sostenibile richiede alle aziende di attuare una serie di azioni e politiche per affrontare gli impatti negativi sui diritti umani e sull'ambiente nelle proprie operazioni e nelle proprie catene del valore.
Questo documento include raccomandazioni per i comitati di audit in relazione alle loro responsabilità ESG con particolare attenzione ai comitati di audit:
• competenze e composizione
• responsabilità in materia di reporting e assurance ESG

2022.05.18

PRI: Implementing the EU Taxonomy

Questo documento è il seguito del rapporto originale Testing the Taxonomy del PRI, pubblicato a settembre 2020 ed esplora il modo in cui gli investitori stanno implementando la tassonomia della finanza sostenibile dell'UE.
I tre obiettivi principali sono:
- Evidenziare esempi di pratica avanzata;
- Supportare la risoluzione collettiva dei problemi delineando sfide comuni e possibili soluzioni;
- Incoraggiare i responsabili politici e le autorità di vigilanza a fornire ulteriori orientamenti ai partecipanti ai mercati finanziari.

2022.05.04

EU MISSIONS
100 CLIMATE-NEUTRAL AND SMART CITIES

Raggiungere 100 città a impatto climatico zero entro il 2030 è l'obiettivo individuato dal Mission Board for Climate-neutral and Smart Cities nel loro rapporto intermedio.
Una missione in quest'area sosterrebbe, promuoverebbe e mostrerebbe 100 città europee nella loro trasformazione sistemica verso la neutralità climatica entro il 2030 e trasformerebbe queste città in centri di sperimentazione e innovazione per tutte le città.

2022.04.29

REPowerEU: azione europea comune per un'energia più sicura, più sostenibile e a prezzi più accessibili

La Commissione è pronta a elaborare, entro l'estate e in cooperazione con gli Stati membri, un piano REPowerEU per:
- sostenere la diversificazione dell'approvvigionamento energetico,
- dare impulso alla transizione verso le fonti rinnovabili e
- migliorare l'efficienza energetica
si potrebbe così prescindere più rapidamente dalle importazioni di gas russo e dai combustibili fossili e mettere a disposizione la migliore assicurazione contro gli shock dei prezzi a medio termine anticipando la transizione verde dell'UE, con particolare attenzione alle esigenze transfrontaliere e regionali.

2022.04.20

European Commission. Comunication on making sustainable products the norm. Brussels, 30.3.2022 COM(2022) 140 final

La collisione di gravi crisi e shock economici negli ultimi anni ha avuto un impatto su ogni parte dell'economia e della società dell'UE.
L'ultima e la più cruda di questa serie - l'invasione spietata e non provocata dell'Ucraina da parte della Russia - è di natura diversa dalla pandemia e dalla ripresa o dalla necessità sempre più urgente di rispondere alle crisi del clima e della biodiversità.
1. Introduzione.
2. La nostra ambizione: fare dei prodotti sostenibili la normativa.
3. Un approccio intersettoriale ai prodotti sostenibili.
4. Il metodo di ecodesign: progettazione, consultazione, co-creazione.
5. Modelli di business circolari.
6. Potenziare e tutela dei consumatori.
7. Guida dell'agenda sostenibile e circolare dei prodotti e dei modelli di business a livello globale.
8. Conclusione.

2022.04.06

Platform on Sustainable Finance. The Extended Environmental Taxonomy: Final Report on Taxonomy extension options supporting a sustainable transition

La Platform on Sustainable Finance raccomanda di estendere il framework della tassonomia per classificare le attività come segue:
- Prestazioni insostenibili che richiedono una transizione urgente per evitare danni significativi. Performance Intermedia (o Amber).
- Prestazioni insostenibili e significativamente dannose laddove sia richiesta un'uscita/smantellamento urgente e gestita.
- Attività a basso impatto ambientale (LEnvI).

2022.04.01

ICMA: Ensuring the usability of the EU Taxonomy

ICMA ha pubblicato un documento che identifica le sfide per il settore finanziario e aziendale nel fornire informazioni sull'allineamento delle proprie attività con la tassonomia dell'UE, come richiesto dalla rendicontazione normativa futura esistente e proposta.
ICMA – Cinque raccomandazioni:
1. Consenti flessibilità sull'allineamento con il DNSH e le garanzie minime (MS) in tutti i casi.
2. Consenti l'adattamento del TSC alle giurisdizioni extra UE.
3. Consenti stime e dati di terze parti sulla base di una metodologia comune.
4. Semplifica la classificazione NACE di complessi progetti verdi e di sostenibilità.
5. Mercato dei green bond

2022.03.29

CLEARY GOTTLIEB. European Taxonomy: A “Green” Future for Nuclear, Gas and Bioenergy?

Dopo un anno di dibattito istituzionale e un acceso dibattito tra gli Stati membri dell'UE, il 2 febbraio la Commissione Europea ha deciso di etichettare il nucleare e il gas come fonti di energia "verdi".
- Il ragionamento è che queste fonti di energia potrebbero svolgere un ruolo importante nella transizione verso lo zero netto e i funzionari dell'UE hanno voluto sottolineare anche che il progetto di regole non impone l'obbligo di investire nel gas o nel nucleare.
- I critici hanno affermato che si tratta di "greenwashing", esattamente ciò per cui la tassonomia dell'UE è stata creata per evitare.
- Diversi governi dell'UE hanno minacciato azioni legali.
- Le ONG hanno già preso provvedimenti contro altre regole della tassonomia, come le bioenergie e le bioplastiche.

2022.03.11

Tassonomia UE. Complementary Climate Delegated Act on certain nuclear and gas activities

La Commissione europea ha compiuto un passo importante verso l'inclusione degli investimenti nel gas e nell'energia nucleare nell'elenco delle attività sostenibili nell'ambito del nuovo sistema di classificazione della tassonomia dell'UE, con la pubblicazione e la presentazione di un atto delegato sulla tassonomia complementare sul clima che propone criteri e norme di divulgazione per la loro inclusione.

2022.03.01

European Commission: FAQs: How should financial and non-financial undertakings report Taxonomy-eligible economic activities and assets in accordance with the Taxonomy Regulation Article 8 Disclosures Delegated Act? (December 2021)

Scopo di questo documento relativo alle domande frequenti (FAQ) è fornire indicazioni sull'attuazione del contenuto dell'atto delegato sulla divulgazione ai sensi dell'articolo 8 del regolamento UE sulla tassonomia ("atto delegato sulla divulgazione delle informazioni").
La Commissione intende aggiornare regolarmente queste FAQ. Ulteriori domande frequenti sull'Atto delegato sulla divulgazione di informazioni ai sensi dell'articolo 8 saranno rese disponibili sulla stessa pagina web.

2022.01.11