top of page
iStock-1220575597.jpg

AIAF ESG DAILY NEWS
Dichiarazione non finanziaria (DNF)

a cura dell'area Sostenibilità

AIAF SOSTENIBILE: Welcome

Il decreto legislativo n. 254 del 30 dicembre 2016  ha introdotto, all'art. 2, l'obbligo di pubblicare una  dichiarazione (individuale o consolidata) di carattere non finanziario ("DNF") in capo agli enti di interesse pubblico rilevanti (Eipr).
CONSOB promuove il raggiungimento degli obiettivi UE di incremento degli investimenti in impieghi connotati da sostenibilità ambientale e sociale, incoraggia gli operatori all’adesione volontaria alle raccomandazioni della TCFD e a redigere una Dichiarazione Non Finanziaria per aumentare la trasparenza nei mercati finanziari sui rischi e le opportunità legate al clima.

Delibera n. 22525
Determinazione per le dichiarazioni non finanziarie pubblicate nell'anno 2022 dei parametri previsti dall'art. 6 del regolamento adottato con delibera n. 20267 del 18 gennaio 2018

Tra parametri per l'individuazione dell'insieme dei soggetti le cui DNF pubblicate nell’anno 2022 relative all’esercizio 2021 verranno sottoposte a controllo, di cui dall'articolo 6, comma 2, del Regolamento, ha ritenuto opportuno selezionare ulteriori DNF sulla base di un indicatore di rischio potenziale calcolato tenendo conto dei seguenti fattori:
1. rischiosità climatica del settore economico di operatività,
2. al grado di sostenibilità dell'impresa nelle tre dimensioni ESG,
3. ad elementi indicativi di possibili comportamenti di greenwashing,
4. all'esperienza acquisita nella redazione e pubblicazione delle DNF,
5. alla rilevanza dell'impatto dell'eventuale carenza informativa resa tenendo conto della tipologia dell'emittente, del suo eventuale ricorso al mercato dei capitali di rischio e del carattere obbligatorio o volontario della DNF.

27 gennaio 2023

Det Norske Veritas (DNV)
The DNV Guide to Materiality Requirements

La materialità è un requisito fondamentale di molti standard di sostenibilità attuali ed emergenti. Abbiamo prodotto una guida ai requisiti in GRI, ESRS, TCFD, ISSB, SEC e SASB per supportare le aziende che stanno lottando per navigare in un panorama sempre più complesso.
Gli standard di sostenibilità, le linee guida di reporting e i quadri sono completi e stabiliti. Ora c'è una grande quantità di linee guida a supporto delle aziende nel divulgare i loro impatti E, S e G, tra cui GRI, ESRS, TCFD, ISSB, SEC e SASB. Sono stati compiuti notevoli sforzi per standardizzare questi requisiti, ma ognuno ha implicazioni diverse per la materialità. Per aiutare, abbiamo prodotto una guida ai requisiti di materialità, riassumendo le caratteristiche chiave e gli allineamenti tra questi standard e iniziative di reporting.

24 gennaio 2023

Corporate Sustainability Reporting Directive – CSRD

La Direttiva (UE) 2022/2464 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 14 dicembre 2022, che modifica il regolamento (UE) n. 537/2014, la direttiva 2004/109/CE, la direttiva 2006/43/CE e la direttiva 2013/34/UE, per quanto riguarda la rendicontazione aziendale sulla sostenibilità è stata pubblicata in data 16 dicembre 2022 sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.
La presente direttiva entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

13 gennaio 2023

bottom of page