Analizzando i grafici

Portfolio Optimization

RISERVATO AI SOCI

Panel of Strategies un modello AIAF a supporto della strategia di investimento.
Il Panel of Strategies è rivolto ai soci, agli operatori di mercato in generale e  in particolare agli investitori professionali e privati.

Questo Portfolio non costituisce un’offerta di vendita né una sollecitazione all’acquisto di alcun titolo, né vuole fornire alcun suggerimento o raccomandazione in termini di investimento.

L’AIAF non assume alcuna responsabilità per la perdita o per i danni che potrebbero derivare dall’uso improprio di questo Portfolio o delle informazioni ivi contenute.

Socio Responsabile: Giacomo Fedi

forme grafiche

Il Portfolio Luglio 2022

Commento alla view

Soprattutto due elementi sono in evidenza questo trimestre: 
prima di tutto sono migliorati tutti i giudizi sulla componente obbligazionaria, laddove tanto i bond governativi quanto i corporate hanno registrato un incremento delle valutazioni da negative o da leggermente negative a neutrali, con le attese sui bond emergenti che sono passate da neutrali a leggermente positive. ....

Il Portfolio Aprile 2022

Commento alla view

La view degli strategist sui mercati azionari relativa al secondo trimestre è peggiorata sensibilmente rispetto a quella dei primi tre mesi dell’anno, e solo in alcuni casi leggermente: per i mercati americano, europeo e italiano il giudizio è sceso da positivo a neutrale; per quelli giapponese e dei mercati emergenti la view è passata da positiva a leggermente positiva. ..

Grafici commerciali
Grafico grafico

Il Portfolio Gennaio 2022

Commento alla view

All’inizio del 2022 il consenso dei partecipanti al Panel Strategist AIAF insiste nel privilegiare le componenti azionarie a scapito di quelle obbligazionarie; il quadro congiunturale appare, in verità, molto più incerto rispetto a quello dello scorso anno: il forte rialzo dell’inflazione registrato negli ultimi mesi ha spinto la FED a cambiare atteggiamento in senso più restrittivo con l’annuncio della fine degli acquisti di titoli sul mercato (tapering) già a marzo e l’inizio dei rialzi dei tassi ufficiali subito dopo.

Il Portfolio Ottobre 2021

Commento alla view

Il contesto generale appare ancora favorevole agli investimenti azionari rispetto a quelli obbligazionari, in ottica sia macro, sia microeconomica: la crescita rallenta ma resta elevata, l’inflazione morde il freno ma per il momento molte aziende riescono a scaricare a valle l’aumento dei costi, e le Banche Centrali mantengono un profilo accomodante, pur con la FED pronta ad iniziare il tapering (diminuzione degli acquisti di titoli sul mercato) entro la fine dell’anno.

Grafici commerciali
forme grafiche

Il Portfolio Luglio 2021

Commento alla view

Dopo i significativi rialzi messi a segno da quasi tutti i mercati nel corso della prima metà dell’anno (S&P500, Nasdaq ed EuroStoxx600 sono su massimi storici assoluti), le stime sul secondo semestre sono diventate più volatili con un aumento significativo della dispersione fra i giudizi dei partecipanti al Panel Strategist: 

Il Portfolio Aprile 2021

Commento alla view

Per il secondo trimestre 2021 il Panel Strategist conferma pienamente il giudizio positivo sui mercati azionari già espresso tre mesi fa: le prospettive di accelerazione del ciclo economico in quasi tutti i Paesi del mondo, corroborate dall’ingente sostegno fiscale post-pandemico negli Stati Uniti e in Europa, l’aumento della crescita attesa degli utili aziendali, le politiche monetarie ancora ampiamente accomodanti e i rendimenti compressi, in molti casi prossimi allo zero se non negativi, favoriscono le asset class più esposte al rischio, nonostante le valutazioni fondamentali appaiano moderatamente care.

Grafici commerciali
forme grafiche

Il Portfolio Gennaio 2021

Commento alla view

Guardando al 2021 il Panel strategist AIAF registra un diffuso aumento della propensione al rischio, in particolare a beneficio dei mercati azionari. Il generale miglioramento della view sull’equity è dettato dal recupero atteso della crescita economica mondiale, a sua volta indotto dalla diffusione dei vaccini, e dalla prosecuzione degli interventi espansivi delle politiche monetarie e fiscali.